Notizie

Sabato 15 e Sabato 22 ottobre 2022

Due sabati pensati per i piu piccoli e per i più grandi, per condividere un'esperienza, per mettersi alla prova e sperimentarsi in compagnia dei nostri Maestri.

MUSICAGIOCANDO E AVVIAMENTO ALLA MUSICA
dalle 16 alle 17, età 5-6

Crescere è sempre una grande fatica!Ma se fosse divertente a ritmo di musica?
I tuoi bimbi si divertiranno tantissimotra colori, suoni e canti accompagnati dalla maestra Silvia Perini.

Tenuto da Silvia Perini



VUOI PROVARE UNO STRUMENTO MUSICALE?
- dalle 16 alle 18, età 7+ e adulti

Giro strumenti per bambini dai 7 anni in su, con la possibilità di prova strumento anche per i genitori interessati a iniziare un percorso musicale.

Tenuto da Staff CDM

 

- dalle 18 alle 20, età adulti

Perchè non provi lo strumento musicale che hai sempre desiderato suonare?
Realizza il tuo sogno e vieni a provare realmente questa emozione unica, accompagnato dai docenti dello staff CDM.

Tenuto da Staff CDM

 

Ingresso libero
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 14 ottobre
tel: 0464 422655
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il Podcast AUTÒS – L’Autonomia in pillole. In onda su Radio Rai 1 Regionale e Spotify

Il Centro Didattico MusicaTeatroDanza di Rovereto (TN) partecipa alle celebrazioni del 50° anniversario del Secondo Statuto di Autonomia con una produzione originale podcast dal titolo “AUTÒS – L’Autonomia in pillole” realizzata nel 2022 con il coinvolgimento dei giovani allievi e alle giovani allieve del corso di teatro del CDM Diego Compar, Matilde Salaorni, Sergio Sartori, Anna Gramola, Marta Rodighiero, Emma Muraro, con le musiche originali composte da Stefano Artini in arte “Sino” e la voce narrante di Alessio Kogoj, sui testi di Mauro Marcantoni.
Il progetto è stato selezionato a fine 2021 tramite il Bando pubblico della Provincia Autonoma di Trento rivolto a giovani artisti trentini per la realizzazione di progetti culturali sul 50° anniversario del Secondo Statuto di Autonomia.
L’idea nasce dalla convinzione che le giovani generazioni non siano semplici consumatori di cultura, bensì soggetti creatori di proposte culturali, in questo caso con iniziative che possano approfondire la storia della comunità trentina e in particolare il tema dell’Autonomia, da raccontare attraverso i linguaggi artistici della musica, il teatro, la danza e la videoart.
Il lancio del podcast è previsto per venerdì 7 ottobre 2022 e per tutti i venerdì successivi dal 7/10 al 25/11) alle ore 13.40 su RAI Radio 1.
Rai Trentino dedica 8 puntate radio al tema dell'Autonomia Regionale raccontate dai giovani studenti e insegnanti del CDM di Rovereto.  Un lavoro impegnativo di progetto, scrittura, recitazione, realizzazione della colonna sonora e confezionamento per un argomento che condiziona la vita di tutta la comunità trentina.
Le puntate di circa 10 minuti sono condotte da Stefano Uccia e introdotte da una breve intervista a Corrado Bungaro, direttore del CDM, che svela i dietro alle quinte di questo "giovane" progetto. Appuntamento quindi tutti i venerdì di ottobre e novembre alle ore 13,40 con "L'autonomia in pillole" su RAIRADIO1 a diffusione regionale ed in diretta streaming sul sito di Rai Alto Adige (http://raibz.rai.it/streaming__radio.php?lang=it ).
Al termine di ogni trasmissione radio ogni singola puntata verrà caricata su Spotify, la piattaforma digitale musicale più utilizzata dal pubblico giovane e adulto.
Breve scheda descrittiva

AUTÒS – l’Autonomia in pillole
[podcast]

Scrittura musicale > Stefano Artini (in arte “Sino”)
Soggetto e testi > Mauro Marcantoni
Voce narratore > Alessio Kogoj
Altre voci: Diego Compar, Matilde Salaorni, Sergio Sartori, Anna Gramola, Marta Rodighiero, Emma Muraro (allieve/i della classe di teatro del CDM)
Registrazione voci interpreti > Stefano Artini (in arte “Sino”)
Mixaggio e Post.produzione > Giacomo Plotegher iMhO SoundLab
Direzione e Coordinamento > Corrado Bungaro
Comunicazione > Katja Marun
Strategie Digitali > Edesign Trento
Segreteria > Silvia Bettini

Una mini-serie di otto episodi della durata di dieci minuti l’uno. Un “ottetto” dedicato alla storia dell’Autonomia con uno sguardo ampio, che parte dal secondo dopoguerra ed arriva ai nostri giorni, ripercorrendo i 50 anni dalla nascita del Secondo Statuto, con un linguaggio contemporaneo che vuole arrivare alle nuove generazioni.
La struttura complessiva è articolata in otto quadri: sette a carattere storico e un ottavo quadro che ne riassume senso e significati, proiettandoli sul futuro.
Ogni quadro è indicativamente caratterizzato da tre ingredienti fondamentali:

Il primo ingrediente è la musica, che accompagna, impreziosisce e rende più coinvolgente i passaggi che compongono i singoli quadri ;
il secondo è la voce narrante, che introduce e contestualizza in due minuti ciascun quadro;
Il terzo ingrediente è composto dai fatti che caratterizzano i quadri, interpretati e resi vivi dalle voci dei giovani interpreti che frequentano i corsi di recitazione del CDM.

Ogni quadro vuole essere coerente al suo interno e coordinato con gli altri quadri, fedele alla realtà storica, ma anche attuale e capace di incuriosire e coinvolgere un pubblico non particolarmente vocato ai temi dell’Autonomia, in particolare quello giovane.

Gli otto quadri, sette storici e uno su attualità e futuro, sono i seguenti:
La RINASCITA.
L’ultimo quinquennio degli anni Quaranta, con la ricostruzione post-bellica, il Patto Degasperi - Gruber e il Primo Statuto di Autonomia.

Il CONFLITTO.
Gli anni Cinquanta, con la povertà, lo stupore della prima trasmissione televisiva, le tensioni etniche, gli attentati, il “Los von Trient”, la “Questione sudtirolese” all’ONU.

Il CONFRONTO.
Gli anni Sessanta, con i primi segni di crescita economica, il mito dei motori, l’infuocato 1961, la Commissione dei 19, il sessant’otto, il Pacchetto.

La COSTITUENTE.
Gli anni Settanta, con l’avvio del secondo Statuto, i primi passi operativi della nuova Autonomia, il rilancio del welfare, la stagione dei “separati in casa e uniti a Roma”.

La PROGETTUALITA’.
Gli anni Ottanta, con la corsa al futuro, la programmazione dello sviluppo, gli effetti della crisi petrolifera, le politiche del lavoro, i rapporti città-periferie.

Il COMPIMENTO.
Gli anni Novanta, con l’approvazione della Quietanza Liberatoria ONU, i nuovi assetti finanziari, i grandi trasferimenti di competenze, lo sviluppo del digitale.

Il PARADOSSO.
Primo decennio degli anni Duemila, con la coesistenza del periodo di massimo riconoscimento e di massima crisi dell’impianto statutario, con l’inizio del doppio universo reale virtuale, l’approvazione della legge elettorale, il Patto di Milano.

Il RIPENSAMENTO.
Con la ricerca di nuovi significati da dare alle parole dell’Autonomia, riattualizzando quello che ERA in chiave di ciò che E’ e SARA’. Contestualmente, con la ricerca delle parole da attualizzare in termini di senso del vivere insieme.


LA MUSICA
La scrittura musicale, componente fondamentale del podcast, è composta da Stefano Artini (in arte “Sino”), dj e producer – e docente presso il CDM di Rovereto - che si sta facendo strada sulla scena contemporanea, anche grazie al recente riconoscimento a livello europeo con il premio “Tour Music Fest – The European Music Contest” assegnatogli da una giuria presieduta da Giulio R. Mogol e Kara DioGuardi.
Il talentuoso musicista trentino, dopo un percorso durato sei mesi con la partecipazione di più di ventimila artisti provenienti da tutta Europa, ha conquistato la commissione artistica aggiudicandosi il titolo di miglior “Dj Producer” della XIII edizione.
Sino ha lavorato durante l’ultimo anno all’ambientazione sonora del podcast con sue composizioni originali di musica elettronica che traggono spunto dai temi trattati in ogni singolo quadro.
Sua anche la sigla originale, un jingle breve di circa 20 secondi che apre e chiude ogni episodio nella messa in onda del podcast e il montaggio delle puntate. Mixaggio e mastering a cura di Giacomo Plotegher.

LA NARRAZIONE
La scrittura del soggetto e dei testi è stata affidata ad uno dei massimi esperti in materia, Mauro Marcantoni, mentre la voce narrante principale è interpretata dall’attore e regista trentino Alessio Kogoj, uno migliori professionisti presenti sul territorio, da anni attivo in tutta Italia con i suoi progetti teatrali.
Grazie al coordinamento di Kogoj le allieve e gli allievi dei corsi di teatro del CDM Diego Compar, Matilde Salaorni, Sergio Sartori, Anna Gramola, Marta Rodighiero, Emma Muraro hanno potuto mettersi alla prova, partecipando in via diretta ad un’idea di produzione, che richiede competenze e voglia di mettersi in gioco da un punta di vista tecnico e interpretativo.

 

SEGUITECI!

 

 Dal 15 settembre al 20 ottobre 2022 sarà possibile richiedere il contributo per il progetto "Voucher culturale per le famiglie" per il periodo 2022/2023 per i percorsi "Scuole musicali/Bande/Cori" e "Teatri/Cinema/Filodrammatiche".

La domanda potrà essere presentata con le seguenti tre modalità:
- consegna a mano presso il Centro Servizi Culturali Santa Chiara situato in Via Santa Croce 67 a Trento aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e anche in orario pomeridiano il martedì e il giovedì dalle ore 14 alle 18,
- invio tramite email al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,
- invio a mezzo di servizio postale con Raccomandata A/R indirizzata all'Agenzia per la coesione sociale con sede in via Grazioli 1, 38122 Trento.

Il modulo va compilato in ogni sua singola parte e in modo leggibile.

Per Vostra comodità alleghiamo il link per scaricarlo agevolmente: ModuloDomandaVoucher

Va allegata la carta di identità in corso di validità del genitore o affidatario che presenta la domanda e la privacy firmata (ultime due pagine del modulo).
Ricordo che la marca da bollo è obbligatoria anche se il modulo viene inviato online, va attaccata e annullata con una firma o barra. Non serve un indirizzo pec per inviare all'email Pec dell'Agenzia.
Per chi non ne fosse già in possesso lascio inoltre il link per richiedere l'Euregio Family Pass, codice necessario per la validità della domanda.
https://fcard.trentinofamiglia.it/

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.